Cosa vedere a San Marino? Consigli e percorsi

Cosa vedere a San Marino? La Repubblica che sorge tra le Marche e la Romagna regala uno scenario fantastico che sembra essersi fermato nel tempo. Ma cosa vedere e non perdere?

Cosa vedere a San Marino

La Repubblica di San Marino è la più antica esistente e ci sono dei borghi e delle architetture dove sembra che il tempo si sia fermato. Le torri sul monte e guardie all’ingresso con la loro tipica uniforme blu e arancione donano a questo luogo una atmosfera regale in ogni senso.

Qui il Medioevo caratterizza tutto il borgo e secondo una leggenda che si è tramandata da generazione a generazione, sembra che sia stata fondata nel 301 d.C. da Marino che era un tagliapietre scappato dalla Dalmazia per le persecuzioni cristiane. Qui sul Monte Titano Marino si stabilisce e crea una piccola comunità di cristiani per questo poi il territorio è stato chiamato Terra di San Marino in memoria del suo fondatore.

Il tagliapietre ha lasciato anche una incisione su pietra cercando di indurre tutti gli abitanti a mantenere una propria identità e indipendenza. Ma quali sono le cose da non perdere all’interno di questo luogo bellissimo?

  • Piazza della Libertà

È il vero e proprio simbolo di San Marino, infatti basterà osservare una qualsiasi cartolina o rappresentazione web dove la piazza appare insieme al suo Palazzo Pubblico in tutto il suo splendore. Non bisogna immaginare una piazza molto grande ma è decisamente elegante nonchè armonica con al centro la Statua della Libertà un omaggio che ha caratterizzato il Paese per tutti questi anni.

Il Palazzo Pubblico è stato eretto nel 1894 come centro della vita politica di San Marino per gl incontri del Consiglio ma anche del Congresso di Stato. Al suo interno si possono trovare degli effigi di tutti i personaggi famosi che caratterizzano la città di San Marino.

  • Duomo

La Basilica del Santo è la chiesa che caratterizza San Marino vista la sua grande importanza. Aperta al pubblico nel 1838 dopo 13 lunghi anni di lavori con una facciata che riporta la scritta identificativa ma che colpisce anche per la sua maestosità proprio se messa in relazione alla piazza che la ospita.

Al suo interno si trovano 3 navate con 16 colonne in stile corinzio. Se si cammina verso l’altare principale si può nostare la statua di San Marino mentre è imperativo visitare la chiesetta di San Pietro scavata nella roccia. Le nicchie sono ancora visibili e la leggenda narra che al loro interno riposassero San Leo e San Marino: quelle pietre hanno dei poter curativi incredibili anche se verificarlo diventa difficile, visto che la chiesa è sempre chiusa e solo il custode della Basilica decide chi può visitarla.

  • Le tre torri

Alla cima del monde ecco il Castello con il sentiero passo delle streghe che offre un panorama da perdere il fiato. Le tre torri medioevali rappresentano San Marino e fanno fare un passo indietro nel passato. Sono state costruite per difendersi dagli attacchi dei Malatesta di Rimini e sono differenti l’una con l’altra.

La prima Torre è Rocca ed è molto antica, la seconda è Cesta che risale al 1400 mentre la terza si chiama Montale ed è più piccola,  con una apertura che porta ad una profonda cella che oggi è visibile solo dall’esterno.

  • Museo di Stato

Il più importante della Repubblica vicino alla piazza. La sua fondazione risale all’800 con donazioni internazionali dove sono conservati più di 5.000 pezzi artistici e storici che sono legati alla storia della città.  È stato suddiviso in 4 aree con archeologia – arte – arte di donazione e archeologia di donazione. Da visitare in toto proprio per rendersi conto della maestosità di questa piccola Repubblica nel cuore dell’Italia.